Español Catalano Italiano French English
Leggende di Girona

Leggende di Girona - Costa Brava - Spagna

Aitc - Associazione Informatori turistici di Catalogna

GUIDA TURISTICA GIRONA - LEGGENDE DELLA CITTÀ DI GIRONA MEDIEVALE - LA GOVERNANTE DI SAN NARCISO

LA GOVERNANTE DI SAN NARCISOLa Governante di San Narciso: Possiamo chiamarla Perpetua, governante o Maggiordoma, ma era la zia di Santa Afra (che e' relazionata con il viaggio che fece San Marciso in Augusta - Ausburg) che accompagnò il vescovo quando venne a vivere a Girona. La Mayordoma era una donna con più di cento anni immensamente grassa, presuntuosa e pettegola. Aveva la fama di essere una buona cuoca e ottima conoscitrice delle arti esoteriche. 

Andava vestita con vestiti dai colori sgargianti e portava sonagli cuciti negli orli della gonna per farsi notare dalla gente quando arrivava. Quando andava per per la citta', usava farsi accompagnare dai domestici che portavano con se una sedia per farla riposare.

Le doti di cuoca della Perpetua erano rinomate, aveva inventato manicaretti molto saporiti, oca con pere, mele ripiene e Butifarra al sangue (salcicce). Conosceva le piante e quindi preparava medicinali e sapeva fare incantesimi. Era nota anche per la sua conoscenza delle arti esoteriche. Una volta quando la fecero arrabbiare, fece in modo che tutte le chiese di Girona si riempissero di ragnatele piene di ragni immensi e colorati.

Un giorno, come sua abitudine, spettegolò in modo irriverente su Sant Narciso, che contrariato dal comportamento della Perpetua fece in modo da farle perdere tutte le conoscenze ed i poteri.

Per questo motivo si converti nello zimbello della citta'. La gende vedendola passare le tirava avanzi di cibo.
Un giorno però, ebbe una visione che prevedeva il martirio e la morte di San Narciso e San Félix suo diacono (da non confondere con San Felix o San Feliu di Girona, quello ucciso da Daciano a san feliu de Guixols). 

Quando i suoi presentimenti si fecero realtà, la Maggiordoma diventò umile e si dedicò alla cura dei malati ed degli indifesi. Poco prima di morire, fece accendere un fuoco davanti alla porta della Cattedrale ed inventò la zuppa alla menta. 

Quando morì, i gerundenses si incaricarono della sepoltura ma la preoccupazione per la mole ed il peso della donna svanì, quando sollevandola, si accorsero che pesava meno di un passero....

Per questo motivo di fronte ai bagni Arabi di Girona c'è una curiosa scultura di una donna grassa con le ali con la seguente targa:

PICULIVES (1935-1998)
LA MAYORDOMA DE SANT NARCÍS
ESCULTURA OFRENDA DEL AUTOR DE AMIGOS
DE GIRONA ANTIGUA Y ARQUEOLÓGICA DE GIRONA
13-MAYO-1973
BENVENUTI NELLA GIRONA DELLE LEGGENDE